Newsletter

Giappone: una manovra fiscale per fronteggiare l'aumento Iva

Aggiornato il: apr 9

Confermato per l’autunno l’innalzamento al 10% dell’imposta, che si compensa con misure a sostegno dei consumi.



Il Giappone si prepara al temuto aumento dell'Iva dall'8 al 10%, in programma per l'autunno del 2019 e confermato dalla manovra fiscale approvata recentemente dalla Dieta nipponica. È quanto ha spiegato il ministro delle Finanze del Paese del Sol Levante, Taro Aso, nel discorso che ogni anno fa il punto sull'andamento economico di Tokyo. La terza economia mondiale ha fatto registrare uno dei più lunghi periodi di recupero della sua storia recente e ha presentato un andamento positivo del prodotto interno lordo (+0,5%) nel primo trimestre del 2019. In un contesto di crescita comunque lenta e incerta, i provvedimenti fiscali approvati a primavera dalle istituzioni parlamentari nipponiche puntano in primo luogo ad arginare eventuali effetti recessivi, di contrazione della domanda, connessi all'aumento dell'Iva. “Per prepararci all'aumento dell'imposta sui consumi – ha dichiarato Aso – stiamo facendo il nostro meglio per assicurare il proseguo della 'rivitalizzazione' dell'economia”. La manovra fiscale messa in campo dal governo giapponese, che prevede entrate tributarie per oltre 60mila miliardi di yen, punta alla tenuta e al rilancio dell'economia nipponica, con un occhio di riguardo per le esigenze del contribuente medio.


#giappone

© 2020 by Batini Colombo Saottini

  • Grey LinkedIn Icon
  • Facebook
  • Instagram

Codice Fiscale 02956020966 Partita IVA IT 02956020966